Come si usa la bussola da geologo
8 Aprile 2021
Le categorie di sottosuolo secondo le NTC2018
1 Maggio 2021
Come si usa la bussola da geologo
8 Aprile 2021
Le categorie di sottosuolo secondo le NTC2018
1 Maggio 2021
Show all

Il granito

Il granito è una roccia cristallina di origine plutonica. I minerali che compongono un granito sono soprattutto quarzo e feldspato. Questi due minerali sono i più abbondanti nella crosta terreste, perciò il granito è la roccia più presente sulla crosta terrestre.

In un granito, oltre al quarzo e la feldspato, ci sono in quantità abbondante anche il plagioclasio e le miche ( come la biotite).

Come si riconosce il granito

Questa roccia si riconosce perché ha dei cristalli grandi, e ben definiti, di quarzo, feldspato, plagioclasio o mica.

granito-rosa-porrino

Classificazione dei graniti

Ci sono diversi tipi di granito, infatti nel corso del tempo sono state proposte diverse tipi di classificazione. Le classificazioni più comuni sono la classificazione chimica – che utilizza il rapporto ASI ( alumina saturation index), o indice di saturazione in alluminio – e la classificazione genetica che suddivide i graniti nei tipi I ,S, M, A. Queste lettere si riferiscono al tipo di protolite da cui si origina la roccia.

Classificazione chimica

  • Graniti peralluminosi: sono graniti molto ricchi in alluminio e sono caratterizzati dalla presenza di minerali alluminiferi come granato, muscovite, corindone, andalusite e cordierite;
  • Graniti metalluminosi:  si tratta di graniti contenenti comunemente biotite e/o orneblenda;
  • Graniti suballuminosi: sono i graniti che generalmente contengono orneblenda;
  • Graniti peralcalini: graniti estremamente ricche in feldspati alcalini, pirosseni alcalini (aegirina), anfiboli alcalini, fayalite ecc.

Classificazione genetica

  • Graniti di tipo I ( Igneous type): i graniti di tipo I sono graniti che si formano da un magma che si è originato dalla fusione di rocce ignee. Questo tipo di graniti è comune lungo alcuni margini continentali come ad esempio in Sierra Nevada ( California), nell’Idaho e del Montana. I graniti di tipo I sono comuni anche nell’Himalaya, dove sono legate ad un contesto di collisione continente-continente;
  • Graniti di tipo S ( Sedimentary type): i graniti di tipo S sono graniti che si formano da un magma che si è originato dalla fusione di rocce ignee. Questo tipo di graniti è comune lungo alcuni margini continentali come ad esempio in Sierra Nevada ( California), nell’Idaho e del Montana. I graniti di tipo I sono comuni anche nella catena degli Appalachi, dove sono legate ad un contesto di collisione continente-continente;
  • Graniti di tipo M ( Mantle derived): si tratta di graniti che si formano da magmi basaltici, provenienti dal mantello. Sono graniti molto rari;
  • Graniti di tipo A ( Anorogenic): questi graniti sono anorogenici, cioè che si rinvengono in zone non interessate da processi orogenetici. Si suppone che siano formati da processi di rifting continentale, ovvero che si formano a seguito dell’assottigliamento della crosta continentale e alla conseguente risalita di rocce parzialmente fuse dall’astenosfera. Graniti di tipo A si trovano nel Basin & Range ( U.S.A occidentali) e nel sud – ovest dell’Australia.

Varietà di granito

Esistono varietà di granito, caratterizzate dal colore diverso dato dalla diversa colorazione del feldspato. Quindi abbiamo il granito bianco, il granito grigio e quello rosa.

Molto famoso è il granito rosa di Baveno. Questa pregiata varietà di granito è stata usata in moltissime costruzioni in giro per il mondo: giusto per fare degli esempi si trova nella galleria Vittorio Emanuele II a Milano, nelle colonne dell’Opera di Parigi e nel monumento di Cristoforo Colombo a New York.

granito-rosa
Granito con feldspati alcalini ( rosa), plagioclasio ( bianco), quarzo (incolore), biotite ( marrone). Lødingen, Hinnøya, Norvegia. Foto tratta da. Immagine tratta da Sandatlas

Uso del granito

Il granito è una pietra estremamente resistente, perciò può durare molto nel tempo e resistere all’azione di qualsiasi agente esterno.

Il granito viene utilizzato come materiale edilizio fin dall’antichità: di questo materiale sono ad esempio alcuni obelischi egizi.
Oggi i graniti sono impiegati come materiale da rivestimento, specie nell’edilizia privata ( pavimenti, piani cottura, soglie, scale, sampietrini, rivestimenti e piani di bagno), pubblica (cordonature dei marciapiedi, piazze) e monumentale, sia per interni che per esterni.

scala-granito
Particolare di scala in granito

Dove si trova il granito

In Italia ci sono dei bei affioramenti di granito, oltre che nei pressi della già citata Baveno, nelle Alpi, in Sardegna ed in Calabria.

Approfondimenti

Pubblicità

Se vuoi approfondire l’argomento trattato in questo post ti consiglio:

Pubblicità
Antonio Nirta
Antonio Nirta
Geologo classe '86, laureato in Scienze e Tecnologie Geologiche all'Università di Pisa. Oltre a fare divulgazione geologica, svolgo la libera professione di geologo ed insegno Matematica e Scienze. Adoro la scienza, la tecnologia e la fotografia. Lettore appassionato dei romanzi fantasy e dei romanzi storici, ho un debole per la pizza e tifo Juve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *