Tablet per geologi
Marzo 22, 2021
Come si usa la bussola da geologo
Aprile 8, 2021
Show all

Come si localizza l’epicentro di un terremoto

Un terremoto è un evento che colpisce aree ben precise. Dopo un evento sismico, la prima informazione che viene divulgata, oltre alla magnitudo, è il suo epicentro, cioè dove il terremoto è avvenuto.

Ma come si localizza l’epicentro di un terremoto? Vediamolo in questo post!

Che cosa è l’epicentro di un terremoto

Che cosa è l’epicentro di un terremoto?

In parole povere è la proiezione dell’ipocentro – il luogo dove nasce il terremoto – sulla superficie terrestre.

epicentro-terremoto

Le onde sismiche

Le onde sismiche sono di diverso tipo, in base al loro metodo di propagazione e alla velocità. Le principali sono le onde P, le onde S e le onde superficiali.

Il sismogramma

Il sismogramma è un grafico che viene registrato da un sismografo nel quale vengono registrate le onde sismiche.

Nell’asse delle ascisse di questo grafico viene riportato il tempo, espresso in secondi, mentre nell’asse delle ordinate viene riportata l’ampiezza.

Come si legge un sismogramma

Quando si analizza un sismogramma si nota una linea seghettata. Questo “zig-zag” è dato dalle onde sismiche.

I primi picchi che si vedono nel sismogramma si riferiscono alle onde P, che sono le più veloci e quindi arrivano per prime.

I picchi successivi sono dati dalle onde S mentre gli ultimi picchi, che sono caratterizzati da un’ampiezza maggiore, sono le onde superficiali.

Per chiarire le idee definitivamente, guardiamo il sismogramma nell’immagine sotto.

onde-sismiche-sismogramma

Metodo di localizzazione dell’epicentro

Per localizzare l’epicentro di un terremoto si usa il metodo dei cerchi.

Questo metodo è basata sulla distanza epicentrale, cioè la distanza tra la sorgente del terremoto e il sismografo che lo registra. Questa distanza si può ricavare, tramite appositi calcoli, grazie alla differenza di arrivo che c’è tra le onde P e le onde S.

Una volta calcolata la distanza epicentrale, questa viene usata come raggio per tracciare una circonferenza con al cento il sismografo che ha registrato il sisma.

Questo procedimento deve essere fatto per almeno tre stazionisismiche che hanno registrato lo stesso terremoto. Il punto di intersezione delle tre circonferenze indica l’epicentro del terremoto.

metodo-cerchi-epicentro-terremoto

Approfondimenti

Per approfondire il tema trattato in questo post, ti consiglio questo testo:

Antonio Nirta
Antonio Nirta
Ciao, mi chiamo Antonio Nirta e sono un geologo. Dopo aver conseguito la laurea presso l'Università di Pisa svolgo la libera professione. Con i post che pubblico in questo blog cercherò di trasmettere la mia passione per la geologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *