Una stazione per il monitoraggio dell’aria con Arduino
Aprile 23, 2022
Show all

Dieci trucchi per aiutare la Terra

Per diventare amici – e non semplici ospiti – del nostro pianeta possiamo ridurre ogni giorno l’impatto negativo che abbiamo sulla Terra. In questo post vediamo 10 piccoli gesti che ognuno di noi può mettere in pratica.

La Terra sta attraversando un periodo particolare della sua storia. Infatti ai giorni nostri – come non mai prima – l’attività dell’uomo sta impattando in maniera significativa sulla vita della Terra.

terra

L’uso esteso dei mezzi di trasporto, lo smaltimento indiscriminato dei rifiuti ma anche il continuo bisogno di materie prime stanno stressando il nostro pianeta ed il suo ambiente.

Il riscaldamento globale, la siccità, inverni più caldi e poco piovosi, l’estate caratterizzate da temporali quasi di tipo tropicale.

Continuando su questa strada il pianeta raggiungerà una fine tragica ed inesorabile. Un vero e proprio punto di non ritorno.

Un documentario che tratta in modo perfetto questo tema è Punto di non ritorno – Before the Flood, con protagonista Leonardo Di Caprio e Fisher Stevens alla regia. In questo documentario Di Caprio incontra alcune importanti personalità ( come ad esempio Obama ed Elon Musk) per parlare del cambiamento climatico che sta colpendo la Terra.

Cosa fare per salvare la Terra

Ogni famiglia può applicare 10 piccoli trucchi per salvare in il nostro pianeta. Vediamo quali sono!

  1. Usa le lampadine a basso consumo: a casa e in ufficio cambia le lampadine tradizionali con lampadine a basso consumo! Queste ultime consentono di risparmiare 1000 kWh2, evitando così:
    1. le emissioni inquinanti ;
    2. la formazione di rifiuti dovuta alla produzione di energia;
    3. il consumo inutile di risorse fossili impiegate per la produzione di energia elettrica;
  2. Usa la macchina il meno possibile: vai a piedi, in bicicletta, chiedi un passaggio oppure usa servizi di car-sharing ( come ad esempio BlaBlaCar);
  3. Fai la raccolta differenziata: fare raccolta differenziata di plastica, vetro, tetrapak e carta è davvero facile da fare! Basta separare sistematicamente in contenitore differenti i diversi tipi di materiale. I rifiuti organici invece separali nel compost in giardino.
  4. Verifica la pressione delle ruote gomme dell’auto: se la pressione delle gomme della tua auto è sempre quella giusta, la quantità di polveri sottili prodotte dalla tua vettura. Nel caso contrario, la bassa pressione delle ruote dell’auto porta ad una maggiore produzione di polveri sottili ( conosciute anche come particolato)- dovuta ad un consumo maggiore di carburante – e quindi ad un maggiore inquinamento;
  5. Non sprecare l’acqua: per usare meno acqua puoi applicare questi accorgimenti.
    1. installa dei riduttori di flusso sui rubinetti della doccia e dei lavandini;
    2. lava i panni in acqua fredda o tiepida ( a 40°C); occorre molta energia per scaldare l’acqua. Usa il ciclo economico della lavatrice;
    3. per lavare i piatti, usa una bacinella e non lasciar scorrere l’acqua;
    4. usa il ciclo economico della lavastoviglie a basse temperature;
    5. usa un bicchiere per lavarti i denti e chiudi il rubinetto mentre ti insaponi le mani;
    6. fai una doccia ( breve!) invece di un bagno;
    7. usa secchio per lavare la tua macchina o il tuo motorino!;
  6. Non comprare prodotti con molte confezioni: quando fai un acquisto stai attento anche alla sua confezione! Favorisci le confezioni ricaricabili, anche al costo di cambiare la marca che usi abitualmente. Le confezioni ricaricabili – oltre a generare meno rifiuti – sono anche più economiche!;
  7. Regola il termostato di casa: impara a regolare i termostati dei termosifoni di casa tua. Non è consigliabile mantenere la stessa temperatura in tutta la casa. La temperatura può variare da un ambiente all’altro e dovrebbe oscillare da un minimo di 16 ad un massimo di 20°C;
  8. Pianta un albero: ognuno di noi – tutte le volte che accendiamo la macchina per andare a lavoro, ci riscaldiamo con i termosifoni, guardiamo la TV o leggiamo un libro – produciamo della CO2. L’anidride carbonica è un gas serra, uno dei principali responsabili dell’inquinamento atmosferico. Per abbassare i livelli di CO2 presenti in atmosfera una risorsa preziosa sono gli alberi. Ad esempio un faggio di 100 anni assorbe 2500 grammi di anidride carbonica in 100 anni e nel frattempo libera in aria 1,5 Kg di ossigeno. Un faggio alto 25 metri “mangia” ogni ora 2350 grammi di anidride carbonica e produce 1700 grammi di ossigeno. In Italia vengono prodotte 670 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. Perciò servirebbero circa 1340000 Km2 di boschi di noce, oltre 4 volte il territorio nazionale, per compensare il nostro impatto. Ma se tutti piantassimo gli alberi necessari almeno a coprire la nostra produzione personale, sarebbe già un grandissimo passo avanti;
  9. Spegni gli elettrodomestici non in uso: quasi tutti gli elettrodomestici presenti a casa nostra hanno una funzione stand-by ( la famosa lucina rossa) o un display acceso 24h. Secondo i dati dell’ENEA ( Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente) la televisione quando è accesa consuma mediamente 130 kWh mentre quando è in stand-by ne consuma 105! Per spegnere contemporaneamente più elettrodomestici ( come ad esempio computer, stampante e modem), potresti usare una ciabatta con interruttore;
  10. Fai girare questa lista”.

Comments are closed.