La valle delle grandi pietre: i monoliti dell’Aspromonte
Luglio 13, 2018
La scala di Mohs
Luglio 31, 2018
Show all

L’Aurora Boreale: come si forma

L’Aurora Boreale, o Aurora Australe se ci riferiamo al fenomeno che si forma nell’emisfero australe, è un fenomeno spettacolare che si osserva nelle regioni polari.

Intorno a questo fenomeno si è generato un enorme movimento turistico grazie al quale, in determinati periodi dell’anno, i paesi delle regioni polare sono invase da curiosi e amanti della scienza.

Secondo gli eschimesi Inuit le luci fluorescenti dell’Aurora Boreale, che formano strabilianti effetti di colore, sarebbero gli spiriti dei morti che ritornano.
Invece secondo una leggenda lappone, sono i “fuochi della volpe“, effetti di luce creati dalla coda di una grande volpe che colpendo la neve, crea scie colorate nel cielo.

aurora-boreale

Le cause dell’aurora boreale

L’Aurora Boreale è dovuta alla presenza del campo magnetico terrestre. Questo forma, nello spazio circostante la terra una regione detta magnetosfera.

La magnetosfera non ha una forma simmetrica perchè è soggetta all’azione del vento solare: sul lato rivolto verso il Sole la magnetosfera è compressa, mentre è maggiormente estesa sul lato opposto.

Secondo la teoria oggi più diffusa, il campo magnetico terrestre è generato dai moti convettivi del materiale fluido ionizzato del nucleo terrestre che formerebbero una enorme dinamo autoeccitata.

Il campo magnetico terrestre è analogo a ciò che si osserverebbe posizionando al centro della Terra un dipolo magnetico con l’asse inclinato di 11° rispetto all’asse rotazionale terrestre.

Attualmente, il polo magnetico nell’emisfero nord si trova al largo delle coste nord occidentali canadesi quasi a 1290 Km a nord-ovest della baia di Houdson. Questo è il polo magnetico sud, in quanto le linee del campo magnetico entrano in esso.
Il polo magnetico nell’emisfero sud si trova invece sul bordo del continente antartico, nella zona di Adélie Land, circa 1930 Km nord-est di Little America. Si tratta del polo magnetico nord, in quanto le linee del campo escono da esso.

campo-magnetico-aurora-boreale

In corrispondenza dei poli magnetici le linee di forza della magnetosfera terrestre si chiudono riducendo l’effetto schermante della stessa. Per questo motivo si ha l’interazione delle particelle del vento solare con l’atmosfera terrestre, formando così gli effetti luminosi che costituiscono l’aurora boreale (aurora australe nel caso del emisfero sud).

aurora-australe-e-boreale
Aurora australe (il polo sud al centro) ripresa l’11 settembre 2005 dal satellite Image della NASA. Immagine tratta da Wikipedia.

Dove vedere l’Aurora

Per vedere l’Aurora Boreale è necessario raggiungere i 60-70 a Nord, lungo la cintura che collega Alaska centrale, Canada, la punta sud della Groenlandia, e la Norvegia e l’Islanda. Spesso l’aurora boreale è visibile anche in zone meno vicine ai poli, come la Scozia.

Quando vedere l’Aurora

Si tratta di un fenomeno più frequente durante i periodi di intensa attività solare; periodi in cui il campo magnetico interplanetario può presentare notevoli variazioni in intensità e variazione

Antonio Nirta
Antonio Nirta
Ciao, mi chiamo Antonio Nirta e sono un geologo. Mi sono laureato all'Università di Pisa e dal 2017 svolgo la libera professione. Attraverso i post presenti in questo blog cercherò di trasmettere la mia passione per le Scienze Geologiche e di fornire informazioni che riguardano il bellissimo settore della Geologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *